MON-125 Un lupus Flare può causare il diabete di tipo 1?

Introduzione: La sindrome poliendocrina autoimmune (AI) tipo 2 (APS-2) è un’associazione di condizioni autoimmuni caratterizzate da almeno due delle seguenti tre condizioni: diabete mellito di tipo 1 (DM), tiroidite AI e insufficienza surrenalica primaria. APS-2 è poligenico, effetti più donna rispetto agli uomini, di solito si presenta in età adulta, e deriva dalla perdita di tolleranza immunitaria, dove le cellule T diventano autoreattive con conseguente infiltrazione linfocitica e disfunzione dei tessuti e degli organi colpiti. Gli autoanticorpi circolanti possono confermare la diagnosi. APS-2 è associato ad altre condizioni AI (malattia celiaca, insufficienza ovarica primaria, lupus eritematoso sistemico (LES), artrite reumatoide, vitiligine, alopecia, miastenia grave e gastrite AI). Descriviamo un caso di una donna con SLE di lunga data inizialmente non riconosciuta come sindrome APS-2 e suoi disturbi associati. Caso: Una donna di 62 anni con storia di LES complicata da coinvolgimento polmonare e renale, ipotiroidismo, anemia emolitica AI, fenomeno di Raynaud, fibromialgia, è stata indirizzata all’endocrinologia per peggioramento dell’iperglicemia. Il paziente aveva una precedente diagnosi di diabete mellito (DM) di tipo 2; trattato con metformina. Stava prendendo prednisone cronico a dosi variabili (5mg BID a 60mg al giorno) a seconda dell’attività di SLE. I livelli di glucosio nel sangue sono aumentati significativamente quando la dose di steroidi è stata aumentata a causa della polmonite da lupus e successivamente ha sviluppato anemia emolitica autoimmune con emoglobina che scende da 12,7 g/dL (normale=12,0-16,0) a 5,8 g/dL in meno di un mese. L’emoglobina glicosilata era aumentata dal 5,7% all ‘ 8,0% con valori di glucosio nel sangue fino a 400 mg/dL, mentre era ricoverata in ospedale. Si è ipotizzato che la resistenza all’insulina fosse peggiorata a causa di alte dosi di steroidi di metilprednisolone 125 mg ogni 8 ore. È stata quindi iniziata con insulina basale e bolo. Sebbene precedentemente negativo, l’anticorpo della decarbossilasi dell’acido glutammico (GAD65) è diventato positivo, suggerendo il tipo 1 DM. Discussione: Anche se, ci sono segnalazioni di LES associato con APS-2, i medici dovrebbero monitorare per altre endocrinopatie autoimmuni, come il tipo 1 DM, tiroidite autoimmune e insufficienza surrenalica. Il trattamento cronico con steroidi può indurre in errore i medici nell’assumere che un paziente stia sviluppando una crescente resistenza all’insulina a causa degli steroidi e non fare una diagnosi corretta del DM di tipo 1 di recente sviluppo. Un’osservazione interessante fatta in questo caso è anche la timeline del Lupus flare e lo sviluppo di tipo 1 DM e le altre complicazioni associate – anemia emolitica autoimmune e polmonite da lupus. Si potrebbe ipotizzare che l’aumento dell’autoreattività del sistema immunitario del paziente prefigurasse il LES – flare e potrebbe essere stato responsabile della produzione di anticorpi aggiuntivi (GAD65) che portano allo sviluppo di DM di tipo 1.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.